BOT ING.gif

La tecnica del TOK-SEN si è sviluppata in quella che oggi è considerata Thailandia del nord e viene praticata nelle provincie di Chiang Mai, Chiang Rai, Lampang, Lamphun (per quanto riguarda la Tailandia del nord) e nelle zone confinanti del Myanmar e Laos.

La parola Tok è un verbo che significa “martellare” o “applicare con forza”; la parola “Sen” significa “corda, rotta, filo,” ma nella medicina Thai indica il mezzo con il quale le energie attraversano il corpo umano. In questa tecnica vengono utilizzati due strumenti: un martello e uno scalpello generalmente di legno; essa consiste nel martellare dolcemente i Sen e punti particolari, che se stimolati permettono alle energie di fluire in maniera migliore nel corpo.

Il TRATTAMENTO è di circa un'ora e si svolge generalmente su un tatami, anche se può essere praticato su lettino. Sia per l'operatore, che per il ricevente, è consigliabile indossare indumenti comodi e di fibra naturale (cotone, lino, etc.)

 

I BENEFICI di un trattamento possono essere molteplici: 

- Alleviare tensioni muscolari. 

- Alleviare dolori articolari. 

- Alleviare disequilibri legati a specifici Sen.

- Portare rilassamento psicofisico. 

- Stimolare la vitalità.

- Ristabilire l'equilibrio energetico.

N.B: Queste tecniche “NON SONO SOSTITUTIVE DI EVENTUALI TERAPIE MEDICHE, PARAMEDICHE, PSICOLOGICHE E PSICHIATRICHE” ma sono metodi finalizzati al riequilibrio energetico dell’utente.

N.B: La professione di Operatore è disciplinata dalla legge 14 gennaio 2013 n. 4 (G.U. 26 gennaio 2013 n. 22).